Metodologia
La CT Santa Maria, sorta nel corso del 1983, è una comunità terapeutica residenziale per il trattamento e il recupero di adulti uomini e donne tossicodipendenti. L’approccio terapeutico-riabilitativo è senz’altro la colonna portante della metodologia che viene integrata da un lavoro più specificatamente introspettivo e di conoscenza del sé, attraverso gruppi di incontro e maratone terapeutiche. Il collante di tutte queste attività è costituito dal lavoro sul pensiero critico che si sviluppa attraverso l’utilizzo del gruppo progetto e dell’incontro generale. La cultura organizzativa e la filosofia di intervento affondano le loro radici nel Progetto Uomo, che mette la persona al centro dell’intervento, dove le problematiche legate all’abuso di sostanze risultano essere solo uno dei problemi di cui la persona è portatrice, e probabilmente neanche il più rilevante. Tale approccio crea, pertanto, l’opportunità di abbracciare la persona nel suo complesso offrendole una prospettiva aperta per un intervento complesso e personalizzato.
I tempi del percorso terapeutico sono scadenzati in tre momenti residenziali e uno non residenziale, e, qualora se ne presentasse la necessità, un primo momento semiresidenziale, volto a facilitare l’ambientamento e la valutazione del soggetto.
Al fine di verificare l’efficacia nel tempo dell’intervento svolto, inoltre, è attivo un sistema di follow up strutturato per i tre anni successivi alla fine del percorso.

Destinatari
Il programma Santa Maria si qualifica come un intervento terapeutico-riabilitativo a carattere residenziale rivolto ad adulti con problemi di abuso di sostanze psicotrope, che, in alcuni casi, si associano anche ad una diagnosi di comorbilità (o doppia diagnosi).

Modalità di accesso

  • invio a cura del SerT di appartenenza o di altre strutture pubbliche e private (previo consenso del SerT di appartenenza)
  • arrivi spontanei (previo consenso del SerT di appartenenza)
  • colloqui di valutazione

Requisiti d’inserimento

  • Per poter accedere al servizio occorre preliminarmente la disponibilità ad accettare i percorsi proposti: residenziali, semiresidenziali o ambulatoriali, previa valutazione, condivisa fra utente, operatore ed ente inviante.
  • Necessaria la presenza di un’adeguata documentazione medica e psichiatrica.

Obiettivi
L’obiettivo primario del programma è quello di accompagnare e facilitare l’individuo nel suo percorso verso il raggiungimento di un completo recupero sociale in armonia con le proprie potenzialità.

Strumenti

  • colloqui di valutazione
  • colloqui anamnestici
  • colloqui di supporto
  • incontri di gruppo (sul modello del gruppo d’incontro)
  • maratone terapeutiche
  • incontri di gruppo a tema
  • incontri familiari e di coppia
  • incontri per utenti genitori
  • gruppi di lavoro (progetto obiettivo)
  • gruppi di approfondimento e verifica esperienza esterna
  • visite culturali
  • laboratori culturali
  • laboratori di creatività
  • laboratori di informatica
  • yoga, attività sportive, pedagogiche (recupero titoli di studio, specializzazioni etc.)